+39 010 372-4544   -    azeta@azetaviaggi.com

LE MERAVIGLIE DI SANTA CRUZ (Galapagos)

L'itinerario include: Santa Cruz
 
La quota comprende: trasferimenti, escursioni con guida locale parlante spagnolo/inglese, pasti e sistemazioni e pernottamento come specificati
La quota non comprende: voli internazionali, voli R/T Galapagos, Tassa di entrata alle Galapagos e carta d'immigrazione (U$D 120 per persona), taxi boat U$D 1 per persona per ogni trasferimento dal molo alla barca veloce e viceversa, pasti non indicati, mance, extra personali e quanto non espressamente indicato ne "la quota comprende".
 
Periodo di effettuazione: tutto l'anno
Partenze individuali libere, giornaliere: minimo 2 pax
 
QUOTE ADEGUATE AL CAMBIO: 1€=1,22U$D
 
Quota individuale di partecipazione in camera doppia in categoria Standard: Euro 1.270,00
Quota individuale di partecipazione in camera doppia in categoria Standard Plus: Euro 1.410,00
Quota individuale di partecipazione in camera doppia in categoria Superior: Euro 1.750,00
 
NOTA: le quote da gennaio 2019 potrebbero subire variazioni
 
È possibile prenotare giorni addizionali, sia liberi, sia con altre escursioni alle isole vicine.
Prezzo: 
1270,00
Numero di notti: 
4
Periodo: 
Tutto l'anno
Partenze: 
Individuali
Minima Pax: 
2
Difficoltà: 
Basso
Supplementi: 

Camera singola (4 notti) in categoria Standard: Euro 130,00

Camera singola (4 notti) in categoria Standard Plus: Euro 370,00

Camera singola (4 notti) in categoria Superior: Euro 690,00

 

Itinerario: 
Giorno 1:
Baltra - Santa Cruz - Tortuga Bay
Arrivo all’aeroporto di Baltra e trasferimento a Puerto Ayora sull’isola di Santa Cruz. Check in nell’Hotel Galapagos Suite o similare (Categoria Standard). Pranzo e partenza per la visita di Tortuga Bay. La spiaggia si raggiunge percorrendo a piedi un comodo sentiero in mezzo alla tipica vegetazione di quest’isola delle Galapagos; all’arrivo, dopo circa 45 minuti di cammino, si apre una splendida vista: una spiaggia di sabbia bianca dove sarà possibile bagnarsi in compagnia di tartarughe marine, mante e iguane marine. Rientro a Puerto Ayora. Cena in ristorante e pernottamento.
Giorno 2:
Escursione giornaliera in yacht

In base alla disponibilità sarà possibile visitare una delle seguenti isole:

BARTOLOME - Sbarco asciutto 
Dopo la prima colazione Trasferimento al Canale di Itabaca, imbarco e partenza per Bartolome. E’ una delle isole più giovani dell’arcipelago ed ha una superficie di circa 1.2 kmq. L’isola offre uno dei panorami più spettacolari delle Galapagos. Dalla cima del suo vulcano spento oltre che alle due spiagge ed il famoso Pinnacle Rock, si potranno ammirare parecchie isole circostanti. Pranzo a bordo. Nel pomeriggio sbarco bagnato su una spiaggia (il gommone vi lascerà a pochi metri dalla spiaggia si dovrà camminare un po’ nell’acqua)
Rientro a Santa Cruz. Cena libera e pernottamento.
 
SEYMUR - Sbarco asciutto
Dopo la prima colazione trasferimento al Canale di Itabaca e partenza per Seymur Nord, una piccolo isola vicina a Baltra. L’isola è coperta da una vegetazione di arbusti, ha una superficie de 1.9 kmq e un altitudine massima di 28 metri. Qui vivono delle importanti colonie di sule dalle zampe azzurre, fregate e gabbiani dalla coda di rondine. Pranzo a bordo.
Rientro a Santa Cruz. Cena libera e pernottamento.
 
PLAZA - Sbarco asciutto
Prima colazione. Trasferimento al Canale di Itabaca. É una piccola isola situata a est di Santa Cruz. Ha una superficie di 0.13 kmq e un’altitudine massima di 23 m. Cosparsa da un manto di vegetazione rossa è habitat di Otarie, Iguane di terra e gabbiani dalla coda di rondine. Da un lato l’isoletta si affaccia su di un canale dove il mare è tranquillo, mentre dal lato opposto il panorama cambia completamente: l’oceano si abbatte con tutta la sua forza su di un’alta scogliera. Possibilità di fare snorkeling in una zona di mare tranquillo. Pranzo a bordo. Rientro a Santa Cruz. Cena libera e pernottamento.
 
SANTA FE - Sbarco bagnato
Prima colazione. Trasferimento al molo di Puerto Ayora Santa Fé (Barrington): intitolata all'omonima città spagnola, ha una superficie di 24 km² ed un'altitudine massima di 259 metri sul livello del mare. Santa Fé ospita una foresta di cactus Opuntia e di Palo Santo. Le sue corrugate scogliere offrono riparo a gabbiani a coda di rondine, uccelli tropicali dal becco rosso e procellarie. A Santa Fé si vive una colonia di leoni marini e vengono spesso avvistate le iguane di terra e le lucertole della lava. L'isola ha una laguna frequentata da tartarughe ed acque calme. Possibilità di fare snorkeling. Pranzo a bordo. Rientro a Santa Cruz. Cena libera e pernottamento.
Giorno 3:
Tour della Baia - Parte alta dell’isola - Crateri Gemelli
Prima colazione. Ci si imbarca e si va in direzione Baia Academia a Santa Cruz. Visita alla loberia, un piccolo isolotto dove si può nuotare e fare snorkelling insieme ai leoni marini (esperienza unica). Si conosceranno luoghi come il Canale dell'Amore, il canale degli squali, i crepacci e la spiaggia dei cani. Si potranno vedere squali, leoni marini, sule dalle zampe
azzurre e iguane. Il tour ha una durata di 3 ore approssimativamente. Pranzo libero.
Partenza per la visita della parte alta dell’Isola con i suoi crateri gemelli. Due grandi buchi circolari simili a crateri. All'inizio si pensava che fossero due crateri, in seguito si è scoperto che si tratta di due collassamenti della crosta terrestre. La lava che ha provato ad uscire all'esterno, senza riuscirci, ha formato due grosse bolle d'aria nel sottosuolo. In seguito la crosta terrestre, con il peso della vegetazione è collassata formando questi grossi buchi simili a crateri. La vegetazione circostante è lussureggiante e piena di uccelli endemici. Si prosegue per la visita di una fattoria dove assieme alle mucche d’allevamento, vivono allo stato libero le tartarughe giganti. Breve passeggiata nella fattoria: In gran parte delle isole le tartarughe erano quasi estinte. I marinai delle navi di passaggio le raccoglievano per avere a bordo carne fresca: Difatti le tartarughe possono vivere molto tempo senza mangiare e senza bere. Ora dopo la dichiarazione del Parco Nazionale Galapagos, gli addetti al parco le allevano nella stazione Charles Darwin fino a tre anni per poi lasciarle libere. Questi allevamenti servono per far si che i nuovi predatori introdotti dall’uomo, soprattutto i cani e gatti selvatici, non le mangino quando sono ancora piccole e con il guscio tenero. In realtà uno dei più grandi problemi delle Galapagos non è tanto il turismo, quanto la presenza sulle isole di animali non endemici. Le specie endemiche si sono trovate improvvisamente a competere sul territorio con altri animali sconosciuti e contro i quali non avevano sviluppato nessun tipo di difesa. Così facendo la popolazione delle tartarughe è tornata ad essere numerosa: La vostra guida vi spiegherà nei dettagli tutte le attività che i ricercatori del parco stanno facendo per conservare questo paradiso. Cena libera e pernottamento.
 
Giorno 4:
Giornata a disposizione

Prima colazione. Giornata dedicata alla visita di una delle seguenti isole (in base alla disponibilità): BARTOLOME'/ SEYMOUR/ PLAZA/ SANTA FE. Pranzo incluso. Cena libera e pernottamento in hotel.

 

Giorno 5:
Trasferimento in aeroporto

Prima colazione. Trasferimento in aeroporto. Fine dei servizi.

Per ulteriori informazioni su questo programma

Privacy Policy

© Azeta 2017 | Diseño & Desarrollo |A|B|Z|